rimozione cicatrici
Chirurgia Estetica

Rimozione cicatrici: consigli ed informazioni utili

La rimozione delle cicatrici è un argomento molto delicato di cui molte persone vorrebbero informarsi in maniera più dettagliata.

Nel corso della vita, infatti, sono numerosi i fatti che possono succedere e lasciare un segno indelebile sulla nostra pelle.

Interventi chirurgici, tagli o parti cesarei sono solo alcuni dei casi che possono avvenire, e ci sembra giusto approfondire un po’ questo importante tema.

La cicatrice, altro non è che un tessuto cicatriziale che si forma in seguito ad una ferita, più o meno importante, in cui si è presentata un’interruzione della continuità della pelle.

Ogni cicatrice ha una sua entità che dipende dal tipo di trauma od evento subito.

Per alcune persone avere una cicatrice può non essere un problema, per altre, invece, può essere una vera fonte di stress e malumore.

Spesso, infatti, il vedere quella cicatrice sempre lì può essere deleterio sia a livello estetico che a livello mentale, in quanto può ricordare un trauma che invece si vorrebbe scordare una volta per tutte.

Ma come è possibile rimuovere delle cicatrici?

Scopriamolo insieme.

Rimozione cicatrici: tutti i diversi rimedi

Prima di passare a scoprire i veri rimedi tra cui puoi scegliere per rimuovere una cicatrice, ci sembra giusto farti conoscere l’esistenza di due tipologie ben distinte di cicatrici:

  • cicatrice cheloidea
  • cicatrice ipertrofica

La cicatrice cheloidea si forma oltre la vera e propria ferita. Può essere arrossata e dare anche un forte prurito. È, comunque, molto rara.

La cicatrice ipertrofica, invece, si localizza solo dove della ferita vera e propria. Anche in questo caso può davvero fastidi come prurito ed arrossamenti.

Detto questo, è giusto metterti a conoscenza del fatto che, le diverse cicatrici, vengono influite anche da altri fattori:

  • il colore della tua pelle
  • il tipo di trauma
  • il posto in cui si crea la ferita

Queste informazioni ti saranno utili per comprendere al meglio anche i diversi rimedi che ora andremo a farti conoscere.

Ricorda inoltre che, purtroppo, una cicatrice è pressoché indelebile, ma con alcuni metodi è possibile migliorarne notevolmente l’aspetto e la condizione.

Solitamente si aspetta sempre minimo il trascorrere di 12 mesi prima di procedere con un qualche rimedio in quanto, nel corso di questo tempo, la pelle e la cicatrice tendono a subire dei mutamenti fino ad assestarsi. A meno che non ci siano dei motivi medici per cui si rende necessario un intervento più rapido.

Rimozione cicatrici: le iniezioni

In alcuni casi esiste la possibilità di migliorare lo stato di salute, ed anche l’aspetto, di una cicatrice grazie a delle piccole iniezioni di liquido antinfiammatorio o chemio terapico.

Sono delle piccole iniezioni che vengono eseguite proprio sulla cicatrice stessa e nel giro di 2-3 sedute si notano già notevoli miglioramenti.

Questo trattamento ha una durata, quindi, di poche settimane ed ha un decorso post operatorio pressoché nullo.

Rimozione cicatrici: l’intervento chirurgico

Altro metodo è sicuramente l’intervento chirurgico, anche se solitamente si tende a tenerlo come ultimo step. In alcuni casi, però, è anche l’unica soluzione.

Qui il procedimento è composto da più fasi:

  • visita pre operatoria con tutti i diversi accertamenti del caso, inclusi anche quelli per l’anestesia
  • intervento chirurgico vero e proprio
  • post operatorio con visite programmate

Difficile dare delle indicazioni precise su queste fasi perché tutto dipende dal tipo di intervento scelto e dall’estensione della cicatrice da operare.

Rimozione cicatrici: il laser

Negli ultimi anni, con l’enorme progresso che si è visto fare nel campo della medicina, ecco che il laser sta diventando una delle soluzioni più gettonate.

Anche qui è davvero difficile generalizzare perché ogni caso ed ogni cicatrice deve essere attentamente studiata prima da un medico competente.

La tecnica del laser, comunque, ti permette di affrontare il tutto in maniera ambulatoriale ed in maniera anche molto meno invasiva rispetto ad un intervento chirurgico.

I risultati sono molto soddisfacenti, anche se tutto dipende sempre dal tipo di cicatrice del quale stiamo parlando.

Rimozione cicatrici: il lipofilling

Questo metodo, il lipofilling, avremo potuto inserirlo sempre negli interventi chirurgici ma abbiamo preferito inserirlo in un paragrafo apposito per dargli la giusta importanza che merita.

Con il termine lipofilling s’intende l’utilizzo di materiale proveniente dallo stesso paziente.

In pratica, viene prelevato grasso o pezzi di epidermide dal tuo stesso corpo per ricreare poi la perfetta copertura della tua cicatrice.

Si tratta di una tecnica di medicina rigenerativa molto all’avanguardia.

Come puoi vedere i metodi sono davvero moltissimi e con le giuste visite ed i giusti aiuti tutto è possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *