emangioma infantile
Salute

L’emangioma infantile: scopriamo insieme cos’è

Gli emangiomi infantili sono tumori benigni dell’infanzia di cui ancora non si conoscono nello specifico le cause.

Intervenire per via farmacologica e/o chirurgica o meno è la questione cardine di questo tipo di patologia.

Gli emangiomi che presentano complicanze o possono causare danni irreversibili hanno sicuramente bisogno di un intervento risolutivo.

In questo breve articolo vogliamo fornire uno spunto per i genitori che desiderano informarsi sulla patologia.

Che cos’è un emangioma infantile?

Gli emangiomi infantili vengono sviluppati da una percentuale che varia fra l’1 e il 10% nei neonati di tutto il mondo. Anche se l’emangioma di norma auto regredisce, ci sono alcune situazioni specifiche in cui il trattamento è necessario.

Questi tumori si sviluppano durante l’infanzia, ma solo il 20% di loro è presente alla nascita, con una maggiore frequenza nelle femmine, nei neonati di razza bianca e nei neonati sottopeso alla nascita.

Un aumento dell’incidenza degli emangiomi è stato riscontrato nei gemelli. Alcuni studi hanno individuato una possibile discendenza genetica.

Nel 2008, Laute-Labreze ha individuato nel Propranololo, come una nuova terapia farmacologica con buoni risultati e pochi effetti collaterali, che sono di gravità minima.

Gli emangiomi infantili rimangono una sfida attuale per la scienza medica, sollevando domande costanti su fattori di rischio, evoluzione e trattamento degli stessi.

Emangioma infantile: aspetti clinici ed evoluzione

Gli emangiomi infantili si sviluppano principalmente nell’area della testa e del collo, ma anche altri organi, possono essere colpiti.

Gli emangiomi superficiali si presentano come tumori benigni di forma rotonda o ovale, lobulati o con una superficie fine, più spesso nella regione testa-collo, con una dimensione da 1 a 25 cm.

Vengono riscontrati nel 50-60% dei casi.

Nella maggior parte dei casi, gli emangiomi si sviluppano nelle prime 2-4 settimane di vita, ma il 20% di questi può essere presente alla nascita.

La lesione è in origine una piccola macchia di una colorazione che varia da bianco pallido a blu-grigio, a seconda della sua profondità, o una papula con le medesime caratteristiche. Crescono durante un periodo di tempo variabile fino a 6-9 mesi, dopodiché si evolvono: il 50% regredisce all’età di 5 anni e il 90% regredisce all’età di 9 anni. La regressione è stabilita dalla riduzione delle dimensioni, dall’intensità del colore; la pelle può ritornare normale o presentare dei residui.

Come si curano gli emangiomi infantili?

Oggi, le opzioni terapeutiche sono tante e possono essere individuate in base alle caratteristiche dell’emangioma infantile.

Dal 2008, la terapia con Propranololo si è affermata come la prima scelta nella stragrande parte delle situazioni. Diversi studi scientifici hanno messo in evidenza il suo utilizzo nel trattamento degli emangiomi infantili, anche in situazioni con complicanze varie.

La chirurgia è indicata nella deturpazione di emangiomi o resistenti a terapia multipla. Gli emangiomi localizzati intorno agli occhi possono causare gravi danni alla vista, come l’ambliopia o l’astigmatismo. Se la chirurgia non viene indicata precocemente, questi disturbi diventano permanenti.

A chi rivolgersi per curare gli emangiomi infantili?

Quando si notano delle piccole macchie rosse sul proprio bambino, senza farsi prendere dal panico è sempre consigliato rivolgersi subito a un medico o una clinica specialistica.

Tenere monitorato l’emangioma di qualunque entità, permette di valutare come intervenire per risolvere il problema.

Sicuramente una visita dal proprio pediatria, è il primo passo fondamentale per diagnosticare l’emangioma e per escludere il fatto che non si tratti di altre patologie, ben più pericolose.

Per chi voglia saperne di più sugli emangiomi infantili, può consultare online il sito www.emangioma.net e visualizzare anche le domande che i genitori hanno posto agli specialisti nel settore.

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *